I Conti Pongelli Benedettoni di Montacchiello
La Famiglia

I Conti Pongelli Benedettoni di Montacchiello sono una storica nobile famiglia umbra che da più di 900 anni risiede a Todi e dalla fine del 1800 a Saragano.

La storia nobiliare dell’azienda di famiglia

Da secoli, l’azienda è stata legata alla stessa famiglia nobile di Todi, vantando tra i suoi predecessori illustri personaggi come il poeta duecentesco Jacopone da Todi, considerato uno dei pilastri della lingua italiana.

L’Inizio di un’Era Vinicola:
Il Sagrantino nella Tenuta di Saragano dal 1920

Nel 1920, il conte Antonio e sua moglie, la contessa Marsilia, introducono il Sagrantino nella Tenuta di Saragano, conducendo l’azienda agricola con passione e innovazione.

Fondano la nuova cantina nel 1921 e avviano l’imbottigliamento del vino, una tradizione di famiglia tramandata da secoli.

L’Inizio di un’Era Vinicola:
Il Sagrantino nella Tenuta di Saragano dal 1920

Il maniero della Ghirlanda cosi chiamato per le infiorate che il paese allestiva durante le processioni religiose venne usato come casa di caccia durante le battute nella Riserva della Tenuta ideata dal conte Franco fino alla fine degli anni 70. 

LaGhirlanda-Tenuta

1994: nasce “La Ghirlanda”.

Un Viaggio nell’Eccellenza Vinicola e Gastronomica

Nel 1994, il conte Riccardo trasforma l’ex casa di caccia “La Ghirlanda” in un accogliente progetto di ospitalità.

Da allora, ha guidato l’azienda che oggi si estende su 220 ettari, tutti certificati biologici dal 1996.

Oltre agli uliveti, che producono un olio pregiato, l’azienda comprende seminativi e allevamenti di bovini Chianina.

Su una collina al centro dell’azienda, a 500 metri di quota, si estendono 15 ettari di vigneti selezionati, rappresentando l’apice altitudinale della DOCG di Montefalco.

Questa posizione privilegiata garantisce alle viti una ventilazione ottimale, risultando in uve sane e di alta qualità.

Il Bistrot “La Ghirlandina”

Oggi, la contessa Amalija è responsabile della gestione del Wine Resort La Ghirlanda, del suo rinomato ristorante e del Bistrot della cantina “La Ghirlandina”, oltre che della scuola di cucina con il suo orto biologico.

L’obiettivo è offrire agli ospiti un’esperienza di vacanza immersi in panoramici vigneti, dove possono gustare la cucina locale abbinata ai grandi vini prodotti dalla tenuta.